Dignità, umiltà e passione, ci vogliono almeno queste tre cose in ogni rapporto d’amore, anche e soprattutto con se stessi. Finché non ci si ama siamo sopraffatti dall’esterno perché è dall’esterno che ci attendiamo qualcosa, quel qualcosa che ci manca, che ci completi, e non appena ci sembra di intravederlo…zac…scatta la trappola dell’infatuazione, dell’innamoramento da cui non ti svincoli finché tutto ciò che di reale appartiene al soggetto non smette di essere un contorno, rispetto alla caratteristica cercata, per diventare il muro tra sé e l’altro. A quel punto o sfondi il muro e riprendi la tua vita e i cocci che ne restano, con la possibilità di aver appreso qualcosa, o persisti in quello stato di quotidianità che sempre più ti convince che le cose debbano restare così.

Fabio Privitera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.