Le persone affamate d’amore non sono affatto buone. Associare un dipendente affettivo ad una bontà d’animo presunta, fa sì che ancora si metta “il cattivo” fuori da sé.
A chi ha fame d’amore, riconoscimento, calore, poco gli frega di camminare con scarpe chiodate sopra un prato di fiori se, alla fine del prato, c’è la tanto agognata promessa (illusoria) di felicità e amore.
Le persone affamate d’amore sono disperate, ossessive, in allarme, impaurite, quindi pronte a tutto pur di salvare le loro briciole e di tenere più riempito possibile il buco d’amore mai sazio.
Le persone affamate d’amore affrontano sofferenze e sacrifici inumani, si prestano all’abuso, assumono la colpa, praticano espiazione, rinunce, solitudine.
Una “persona buona” di questo tipo, vive in uno Stato di Bisogno, non in uno Stato d’Amore e per favore, siamo onesti: dallo Stato di Bisogno qualsiasi cosa la si dà per ricevere. Di incondizionato c’è solo la Paura e quest’ultima è il contrario dell’Amore.
Melania Emma

Pubblicato da

Melania Emma

www.melaniaemma.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.