Siate più possibile lucidi nel cogliere le dissonanze: il blog/pagina che scegliete di seguire, dell’ennesimo bravissimo guru/psicologo/benefattore che vi parla di Trauma da Narcisismo, deve essere coerente.
Leggo sempre più spesso che questi immensi benefattori delle vittime di TdN parlano del Narcisista Patologico come di un malvagio essere cosciente, che distrugge premeditatamente e, ALLO STESSO TEMPO, di un essere malato, patologico, incurabile, inconsapevole.
No.
O il NP è il Dio del Male, con poteri sovrumani che distrugge pianificando in piena coscienza e strategia e contro cui nessuno può nulla, o è un povero malato sfigato perdente affetto da un reale disturbo di personalità, per cui non c’è cura e da cui bisogna imparare a proteggersi.
Non si possono sostenere due concetti ben distinti, mischiandoli come in un collage.
Non mi rivolgo a quei quattro sedicenti “professionisti” che hanno bisogno di guadagnare con le vittime, ma a chi è vittima e cerca di mettere insieme una vita andata in pezzi con un NP: voi meritate di CAPIRE BENE cosa vi è successo, sceglietevi un canale onesto, coerente, che non vi venda concetti confusi: il Male esiste, il Diavolo esiste ed ha molte ESPRESSIONI, alcune meravigliosamente indorate (come un certo tipo di bene) e alcune terribilmente palesi (come il NP o patologie peggiori). Il Male si serve di persone che inizialmente e inconsapevolmente lo sposano, questi “matrimoni” sono l’espressione del Male, se le persone che lo esercitano fossero davvero così dotate e invincibili, non farebbero la fine di merda che li attende puntuale all’epilogo della loro esistenza.
Melania Emma

Pubblicato da

Melania Emma

www.melaniaemma.com

5 pensieri su “”

  1. “… non farebbero la fine di merda che li attende puntuale all’epilogo della loro esistenza.”
    Sei così sicura di quanto affermi, oppure è solo uno sfogo, un desiderio di ripicca? Da questa affermazione, sembra quasi che chi più si comporta male, più dovrà pagare. Io ho vissuto la lunga agonia di mia madre, una persona dolcissima, vedendo nei reparti ospedalieri quanta immane sofferenza sia distribuita a caso in tante buone persone e contemporaneamente la storia con una terribile narcisista dal carattere tremendo, con una forza interiore enorme (almeno di facciata) che fa quel c…o che vuole con chi gli pare rimanendo sempre impunita perché molto bella. Ma se i narcisisti non amano, quando mai la loro sofferenza interiore e esteriore sarà mai paragonabile a quella delle persone che feriscono in modo così ignominioso?

    "Mi piace"

    1. “…rimanendo sempre impunita perché molto bella…”. Sono io che ti invito a rileggere quanto scrivi, augurandoti di capire veramente cosa sia il Male e sotto quali “molto belle” forme si dispone e propone. Purtroppo sono molto sicura di quanto scrivo, con sfoghi e ripicche non si tiene un blog, almeno non io.
      Ps: inutile che copiaincolli il tuo commento sotto tutti gli articoli, perché anche la mia risposta è la medesima.
      Buone cose caro Mauro.

      "Mi piace"

  2. Dopo aver letto centinania di articoli e qualche libro su questo argomento ho imparato a riconoscerli. Io li vedo sicuri di sé stessi, sempre impuniti, si prendono sempre tutto cio’ che desiderano ed oltretutto colpevolizzano gli altri delle loro malefatte.
    “Non vi dimenticheranno mai, statene certi.”
    “… non farebbero la fine di merda che li attende puntuale all’epilogo della loro esistenza.”
    Ma vorrei proprio capire i motivi che ti danno queste due certezze così incrollabili che sembrerebbero riservate soltanto a loro (soprattutto la prima).
    Grazie
    Mauro

    "Mi piace"

    1. Mi fa piacere, allora con la vastità di ciò che hai letto avrai sicuramente capito anche tu che sono persone misere, vuote, perdenti, impotenti. Sono prevedibilissime e completamente automatiche. É facile ferirli, facilissimo smascherarli. Una volta capito che quegli esseri siamo noi per primi a farli grandi, essi scompaiono.
      I motivi, dici? Perché li ho visti coi miei occhi: quello che tu descrivi è la splendida facciata, ma io ho visto dietro, so il retropensiero, conosco la zona grigia. Ne ho confrontate troppe.
      Se avrai il tempo di sederti lungo il fiume, lo vedrai anche tu. Nel frattempo però quel tempo vivitelo bene, trova la tua serenità perché il dolore sennò ti mangia vivo.

      "Mi piace"

  3. Sì, è vero! Il dolore non mi passa mai, come l’amore che provo per lei, nonostante tutto cio’ che mi ha fatto. Mi dispiace immensamente che lei sia così. Ho scoperto cosa è il narcisismo ben cinque mesi dopo che mi ha scartato. In quei cinque mesi ero sconvolto, non capivo assolutamente il perché di certi comportamenti. Poi tutte le informazioni hanno coinciso!!!
    … e la vedo quasi ogni giorno per motivi di lavoro, ma i nostri sguardi non si incrociano più …

    "Mi piace"

Rispondi a Mauro Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.