La Scelta presenta sempre, sempre, sempre delle rinunce. Per il dipendente la scelta/rinuncia significa PERDITA dei benefit acquisiti con la (s)vendita di sé stesso, sui quali si fonda la sua idea di sé stesso e sui quali si puntella la sua sicurezza fittizia. Egli non vede affatto che la Scelta contiene una perdita in favore di un’acquisizione, perché l’acquisizione é qualcosa di terribilmente nuovo e sconosciuto che porta un CAMBIAMENTO, che dissesta le sue sicurezze fittizie. Puntellato com’è, per il dipendente è molto difficile lasciare/scegliere e anche quando viene lasciato o subisce la scelta altrui, anche nonostante anni di no contact, rimane comunque vivo un cordone mentale affettivo, la nostalgia di ciò che avrebbe potuto essere e non è stato, dimenticando perfino il peggior male vissuto. E non vedendo affatto tutto il male auto-infertosi pur di difendere la sua non-scelta, ossia la sua unica e reale identità.
Melania Emma

Pubblicato da

Melania Emma

www.melaniaemma.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.