CHILD FREE #4

Un altro aspetto dell’avere avuto una madre profondamente patologica, narcisista ed egoriferita, é la scelta di non aver voluto figli.
Nel mio caso é così, ma riscontro parecchie di queste scelte nelle figlie di tali madri.

La scelta di essere child free sarebbe idealmente bella se fosse scevra da “mostri” del nostro vissuto e ammiro molto chi l’ha potuta praticare in libertà ma, nel mio caso, ogni anno che passa, riconferma che ho scampato un danno.

Mi piacerebbe sentire qualche commento di chi, con una madre profondamente disturbata, é sceso a patti con la maternità, come vive i suoi figli o come vive il suo non averne.

Io vivo un sentimento di profondo sollievo per non aver “rovinato” nessuno. Verso i 30 anni ne avevo il desiderio, ma ero già consapevole di non sentirmi dotata degli strumenti adatti e di essere ancora troppo “figlia” di un cordone malato e il mio istinto mi diceva NO. Quello che poi ho scoperto dalla terapia in poi, ha riconfermato la mia scelta giusta.

Non mi sento affatto menomata, anzi, a questo riguardo mi sento fortunata per non aver generato danno a nessuno e per non aver caricato me stessa di una responsabilità irreversibile. Quando guardo mia madre oggi, mi chiedo come avrei potuto difendere i miei figli da una creatura così disturbata, come gliel’avrei raccontata.

Oggi vedo i bambini come dei golem in pericolo, da plasmare in qualsiasi forma si voglia e quel potenziale di assorbimento che hanno mi spaventa, perchè se non sono nelle mani giuste e circondati da intenzioni giuste, qualcuno avrà improntato per loro cose con cui poi lotteranno per la vita.
I bambini amati sono veramente pochi.
Gli adulti danneggiati sono molti.
Molti adulti danneggiati creano tra loro relazioni malate e la catena continua.

In un certo senso, nel mio senso, sento che essere child free mi ha permesso di spezzare la catena e sono fermamente convinta che, per chi ha avuto una madre patologica, sia già un successo instaurare relazioni amicali e affettive valide.
Ho lottato e lotto ancora molto per gli affetti che mi circondano, il cui successo dipende esclusivamente dal lavoro terapeutico fatto in passato e soprattutto dalla “pasta sana” di cui son fatte le persone che ho accanto e mi amano.

Sono ben accetti i vostri commenti, se qualcuno avesse voglia di confrontarsi.

A presto
Melania Emma

2 pensieri su “CHILD FREE #4”

  1. ….ha deciso che diventassi madre quando ha ritenuto lei (quando ti decidi? che aspetti?) e per quieto vivere o meglio perchè mi sentissi per l’ennesima volta accettata solo se, dopo tante pungolature per niente amorevoli, ho deciso di mettere su famiglia ed ho avuto la mia bambina alla quale però sia durante la crescita che da adulta ho cercato di non far subire quello che è toccato a me. Me ne sono ben guardata.
    A volte certo è capitato assistere ad un replay delle manipolazioni antiche, a un “non ti voglio più bene se non fai questo o quello…” ma ho subito inondato mia figlia di tanto amore e rassicurazione che la mamma non le avrebbe mai negato per tutta la sua vita, l’ho spronata ad essere il meglio che poteva senza paragonarla a nessuna, senza mai ferirla o farla sentire inferiore solo perchè prendeva mezzo voto in meno rispetto ad un altra, pazienza se dalla nonna sentiva certe frasi, lei sarebbe stata ed è/sarà sempre al sicuro con me, sua madre, tanto tanto diversa dalla nonna.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.