CI SARA’ QUALCOSA IN CUI POSSIAMO CREDERE

La nostra salute mentale dipende dalla salute delle nostre relazioni. Se queste si deteriorano, anche la nostra salute ne risente più o meno gravemente. La storia insegna che una persona normale, rinchiusa per sbaglio in un ospedale psichiatrico, dopo un po’ di tempo non si distingue più da un paziente vero: perde la ragione, produce sintomi e deliri, che comprovano la sua falsa diagnosi.

Mauro Scardovelli

La prepotenza, la durezza, l’egoismo, sono facili da comprendere, almeno da chi non è troppo coinvolto nella relazione. La seduzione, l’enfasi di attenzioni, l’esaltazione, sono meno evidenti perché, ad una mente distratta, possono apparire benevole. Esse fanno leva proprio sul narcisismo di chi ne diviene oggetto. La persona ammirata, esaltata e sedotta, può credere così di ricevere amore, senza rendersi conto che l’amore in questione ha uno scopo che con l’amore non ha nulla a che fare: quello di irretirla, di attrarla nel mondo del seduttore, finendo così per coinvolgerla intensamente in una relazione che non è evolutiva, ma regressiva. Una relazione che è al servizio dell’Ego, non dell’anima.

Mauro Scardovelli

Il narcisista può essere molto intelligente, e per questo può anche arrivare primo in classifica. Ma la sua non è un’intelligenza ecologica, cioè rispettosa di tutte le parti implicate. E’ piuttosto un’intelligenza manipolatrice, al servizio dell’espansione dell’ego.
Il rapporto che il narcisista ha con il mondo non è di amore e cura, ma di sfruttamento e manipolazione.

Mauro Scardovelli

LA NASCITA DEL NARCISISMO

Semplice e sconvolgente. A lezione da Mauro Scardovelli.

L’INTELLIGENZA DELL’AMEBA

Ciclicamente le lezioni di Mauro Scardovelli vanno ripassate.

VOGLIO ELEVARMI A QUESTO LIVELLO

…gli occhi puliti sono solo quelli dell’anima il resto sono tutte falsità, quello che percepisci sono proiezioni.. ecco perchè ci arrabbiamo con gli altri, perchè ci intristiamo.. se una persona mi fa un torto perchè dovrei mai arrabbiarmi? Riconosco che lo ha fatto.. ma chi lo ha fatto.. la sua anima?! Ovviamente no, lo ha fatto una sua maschera.. ma lui non è la sua maschera quindi che senso ha prendersela? Semplicemente mi farò in là e prediligerò rapporti che si esplicitano a livello ‘umano’.. comportandomi così smetto di arrabbiarmi e pongo fine alle relazioni disarmoniche…

_Mauro Scardovelli